AreaZelig
Giovedi
 
Bruce Ketta in "Io e Boris - Storia di un battutista"
Ore 21:00

TAVOLO € 15.00

TRIBUNA € 12.00



Questo spettacolo è associato all'abbonamento Zelig 4 You Just.


Biglietti disponibili sul circuito




Per info, abbonamenti e prenotazioni: CLICCA QUI

Matteo Iuliani, in arte Bruce Ketta, di origini pugliesi ma milanese d'adozione, sveste i panni del postino che l'ha reso noto al grande pubblico della tv e dei teatri di tutta Italia e torna sul palcoscenico di Zelig con “Io e Boris - Storia di un battutista”.

Si tratta di un nuovo emozionante e divertente spettacolo che vuole rendere omaggio, ad un anno dalla scomparsa, al grande Boris Makaresko, precursore del “battutismo”, punto di riferimento e mentore per molti comici della scena milanese e italiana, in primis per il protagonista della serata.

Ma chi era Boris Makaresko? Ogni definizione è limitante perché non era solo un comico, non era neanche solo un autore, non era nemmeno solo un battutista: Boris era tutto questo e molto di più.

In “Io e Boris - Storia di un battutista”, scritto in collaborazione con Vito Biolchini e Tiziana Troja, che ne cura anche la regia, e con la partecipazione straordinaria di Fabio Di Dario nei panni dell'antagonista, Bruce Ketta scandaglia la vita di Makaresko per raccontarci un mondo paradossale fatto di devozione totale per il lazzo comico, tanto da causare nello stesso artista una vera e propria dipendenza. Perché qualsiasi argomento, anche quello più tragico, diventa per il protagonista un esercizio di stile incessante, fino a trovare quella travagliata, agognata e unica battuta finale. La battuta diventa così una sorta di malattia, che si manifesta nel cronico bisogno di esprimersi quasi esclusivamente attraverso il graffio comico.

Nello spettacolo “Io e Boris” Bruce Ketta è protagonista di un tourbillon di situazioni che metteranno in luce il travaglio delirante del battutista che si sforza di concepire la “battuta finale”. Quella assoluta, definitiva. Che lo consacrerà alla storia.

E se mai un giorno la scienza dovesse riconoscere il “battutismo” come patologia, a Bruce verrebbe diagnosticata la forma più incurabile. E di tutto ciò la colpa o il merito sarebbe anche, e soprattutto, di Boris...



>>> Newsletter <<<

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere News e promozioni.
* Tutti i campi sono obbligatori.

Ho letto e accetto le condizioni di utilizzo dei dati e la Privacy Policy